1993-1998: Sviluppo della descrizione delle competenze linguistiche

Progetto di ricerca "Valutazione e autovalutazione delle competenze nelle lingue straniere alle interfacce del sistema educativo svizzero" di G. Schneider (Uni Friburgo), Brian North (Eurocentres, Zurigo) e René Richterich (Uni Losanna) nel quadro del programma nazionale di ricerca 33 ("Efficacia dei nostri sistemi di formazione").

Obiettivo del progetto: sviluppo di descrittori in base ai quali descrivere, per un ampio ventaglio di livelli e da una prospettiva orientata all’azione e alla pratica, la competenza linguistica comunicativa. Secondo le possibilità, dovrebbe anche essere descritta la competenza strategica e la competenza (inter)culturale.

Le principali fasi dello sviluppo:

  • raccolta e riordino delle descrizioni delle competenze esistenti (in totale ca. 2000, per esempio le descrizioni dei livelli in occasione di esami);

  • workshop con 290 docenti di inglese, francese e tedesco: verifica qualitativa e adattamento delle descrizioni raccolte;

  • raccolta di dati: i docenti e le docenti valutano gli allievi e le allieve sulla base delle descrizioni delle competenze acquisite (in totale vi partecipano circa 2700 allievi e allieve);

  • analisi statistica: le descrizioni delle competenze vengono classificate secondo valori di difficoltà (per il tramite del modello di Rasch della statistica probabilistica);

  • istituzione di una banca dei descrittori: le descrizioni delle competenze linguistiche vengono ordinate per categorie e grado di difficoltà;

  • elaborazione di strumenti per la valutazione e l’autovalutazione:

    • Scala globale;

    • Griglia per l’autovalutazione;

    • Griglia di valutazione della comunicazione orale;

    • Liste di controllo per l’autovalutazione.

I descrittori elaborati nell’ambito di questo progetto sono pubblicati nel Quadro europeo comune di riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa. Costituiscono i livelli europei comuni di riferimento.

Fine 1995/inizio 1996: primo progetto di Portfolio

I docenti e le docenti che hanno preso parte al progetto di ricerca, ricevono una prima versione fotocopiata del Portfolio europeo delle lingue; contiene già la maggior parte degli strumenti sotto forma di bozza, che più tardi appariranno nella versione stampata. Il PEL è già a disposizione in tedesco, francese, inglese e italiano.
Diversi docenti sperimentano questo prototipo del PEL e assicurano il necessario feedback scritto.

Settembre 1996: Giornata del Portfolio a Friburgo

Viene inviata ai docenti una versione leggermente modificata del progetto Portfolio (versione gialla) che verrà discussa nel corso del convegno. I risultati sono complessivamente positivi.

Ulteriori informazioni...