Come è strutturato il Portfolio europeo delle lingue?

Tutte le versioni del Portfolio europeo delle lingue sono costituite de tre parti: Il Passaporto delle lingue, la Biografia linguistica et il Dossier.

  • Il Passaporto delle lingue offre un quadro d'assieme sia delle conoscenze ed esperienze in campo linguistico e culturale, sia dei relativi certificati e attestati.

  • La Biografia linguistica documenta il contatto con le lingue, la storia dello studio delle lingue e le esperienze interculturali. Contiene liste di controllo per l'autovalutazione delle competenze e sussidi che promuovono la riflessione e la programmazione del proprio apprendimento.

  • Il Dossier raccoglie i lavori personali che dimostrano concretamente le modalità d'apprendimento e le capacità acquisite nelle diverse lingue. Può essere utilizzato quale dossier di lavoro o quale dossier di presentazione.

 

Tutte le versioni del Portfolio europeo delle lingue hanno in comune i livelli A1, A2, B1, B2, C1 e C2 che si basano sul Quadro comune europeo di riferimento per descrivere e classificare le competenze linguistiche. In Svizzera, per una descrizione più dettagliata, sono stati creati i livelli intermedi A1.1, A1.2 fino a B1.2.